www.gianlucacongi.it

Privacy policy e Normativa Cookie

Questo sito ha adottato quanto previsto, sin da prima dell'entrata in vigore delle nuove norme in materia di trattamento dei dati personali. L'informativa ai sensi del D.l.vo n.196/2003 è consultabile in banner, in prima pagina e dell'apposita sezione INFO and UTILITY, cliccando su "Privacy policy". Buona visione a tutti.

You are here: Home
  • Decrease font size
  • Default font size
  • Increase font size
  • default color
  • green color
  • blue color
Gianluca Congi si racconta. A tu per tu con l’esperto di fauna e flora silana.
Scritto da Omar Falvo   
Martedì 07 Marzo 2017 18:37

Gianluca Congi con un Cerambice appena salvato su una strada in Sila “Nella pace della Sila, se ci fermiamo ad ascoltare è possibile sentir parlare gli alberi…”

 Intervista di Omar Falvo * al nostro Gianluca Congi.

 
La rara Balia dal collare nidifica nel Parco Nazionale della Sila
Scritto da Gianluca Congi   
Domenica 05 Marzo 2017 17:12

Balia dal Collare (maschio ad) in cerca di insetti per i piccoli - P.Naz. Sila - ph Gianluca Congi © Un piccolo e curioso uccellino migratore, con pochissime coppie, si riproduce ancora negli ambienti forestali meglio conservati del Parco Nazionale della Sila. Le osservazioni sulla Sila Grande all’interno di quattro siti-studio, dove la specie da anni nidifica. La prima minaccia per questo prezioso volatile? I tagli delle vecchie piante ricche di cavità naturali!

 
Sulle orme dei lupi della Sila
Scritto da Gianluca Congi   
Martedì 21 Febbraio 2017 19:29

Un Lupo nei boschi del Parco Naz. Sila - ph Gianluca Congi © LA SILA E I SUOI LUPI, UN BINOMIO INOSSIDABILE! Nelle amene e sterminate foreste del Parco Nazionale della Sila, in angoli nascosti e lontani dalla presenza umana, d’inverno come d’estate non è difficile trovare segni e tracce del passaggio di misteriosi animali. All’interno dei luoghi più selvaggi della Sila, per anni ho potuto osservare le impronte e le fatte dei potenziali lupi appenninici (Canis lupus italicus), costatandone non solo la presenza del grande predatore ma soprattutto la dieta di questi fantastici animali. I lupi dell’altipiano della Sila (Calabria) si nutrono di animali selvatici, in particolare lepri, caprioli, cinghiali e micromammiferi, non disdegnando in alcuni casi le bacche del sottobosco.

 
Un vero ed elusivo “nanetto” dei boschi calabresi, il Picchio rosso minore.
Scritto da Gianluca Congi   
Venerdì 17 Febbraio 2017 18:01

Picchio rosso minore - ph Gianluca Congi © Il più piccolo picchio d’Europa, grande suppergiù quanto un comune passero, vive nascosto negli alberi situati tra la media collina e i monti dell’Appennino calabro, non disdegnando alcune zone tipicamente di pianura. Negli ultimi tempi è ritornato a nidificare anche in prossimità di alcuni centri abitati della Sila: il caso-studio di San Giovanni in Fiore (Cosenza).

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 4 di 33

Area Riservata

Per poter commentare il Blog è necessario registrarsi.



Dopo essersi registrati, attendere l'attivazione finale dall'Amministratore di sitema. Grazie per la collaborazione!

On-line

 58 visitatori online

Newsletter

Per iscriverti alla Newsletter è necessario inserire il tuo nome, la tua email e cliccare su Iscriviti subito.
Nome:
Email:

Statistiche

Tot. visite contenuti : 541057

Sondaggio

Hai mai denunciato qualcuno per aver deturpato la natura?
 

Gianluca Congi

  • E-mail: gianlucacongi@libero.it
  • San Giovanni in Fiore (Cs) - ITALY


 

Visitando questo sito web si autorizza l’impiego di cookie. In alternativa, è anche possibile revocare l’autorizzazione all’impiego di cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information