www.gianlucacongi.it

Benvenuti sul sito web di Gianluca Congi

La natura è la nostra vita...proteggiamola!!!

Gianluca Congi ringrazia tutti i visitatori del suo sito web (quasi 400.000 utenti della rete). Un successo se si considera che il sito non è pubblicizzato in alcuna forma e/o condiviso su nessun social network (facebook-istagram etc.). Lo scopo principale di questo portale non è altro che quello di aumentare il consapevole rispetto verso la natura e gli animali...Buona visione. L'amministratore.
You are here: Home Gianluca Congi Tutela natura e animali Attività operativa in difesa della natura e degli animali
  • Decrease font size
  • Default font size
  • Increase font size
  • default color
  • green color
  • blue color
Attività operativa in difesa della natura e degli animali PDF Stampa E-mail
Scritto da Gianluca Congi   
Lunedì 04 Gennaio 2010 12:18
Attività operativa, affinchè i boschi non brucino più. Attività operativa, gli alberi sono le colonne del mondo. Attività operativa, siamo solo gli ospiti e non i proprietari. Attività operativa, contro chi avvelena i lupi della Sila. Attività operativa, Affinchè non si deturpi l'ambiente.


UN ALTRO MIO IMPEGNO DA SEMPRE PORTATO AVANTI...

 

La tutela degli ambienti naturali è una priorità del mondo odierno, il fragile equilibrio naturale è minacciato sempre più da aggressioni più o meno lecite o illecite che ne comportano un certo deterioramento in termini qualitativi e quantitativi. Per tanto fiumi, boschi, pascoli, monti, prati e anche un appartenente insignificante ciuffo d’erba, hanno tutti uno specifico ruolo e una specifica funzione nell’ecosistema. Ho in mente da anni, una sorte di metodo innovativo, sarà anche arcaico come concetto ma mi chiedo il perché del non investimento su di esso, da parte delle istituzioni, “educare prima di punire”. I benefici temporanei non portano al benessere diffuso e contemplato, forse è più facile accontentarsi di un uovo oggi che di una gallina domani, visto che la stessa potrà dare molte uova in futuro, però accecati dal progresso e dall’avere tutto a portata di mano, ecco che si compiono scelte a sfavore di tutto ciò che ci circonda, siamo ingordi, ci appropriamo di beni naturali che non ci appartengono poiché la natura è solo un prestito, peggio ancora distruggiamo in nome della stupidità o del falso progresso il vero bene primario e utile alla vita nostra come di tutti gli altri esseri viventi su questa Terra.


Da qui è nata l’idea negli anni di perseguire sotto varia forma, un’attività di tutela ambientale multiforme, dall’educazione e informazione ambientale, tramite le storiche campagne contro gli incendi boschivi o il taglio dell’alberetto di natale, o tramite la pubblicazione di migliaia di pezzi e articoli stampa, visto che attualmente curo per almeno 5 testate giornalistiche diverse spazi dedicati alla natura, agli animali e alle problematiche ambientali. Non tralasciando le innumerevoli azioni di sensibilizzazione più complesse, dal risparmio energetico, all’antinquinamento alle battaglie animaliste per non parlare dei poster tematici realizzati per le scuole, affinchè i ragazzi imparassero a conoscere, apprezzare e proteggere gli animali, gli alberi, la nostra Sila, la nostra Calabria. Tutto questo sempre seguito e supportato da un’attività stampa che ha tenuto sempre informati i cittadini sui risultati e sulle azioni educative e operative afferenti all’impegno diretto sul campo. La parte tecnicamente più pratica, è stata  concretizzata grazie all’azione sul campo in funzione dei decreti di nomina di G.P.G. - VOLONTARIA che mi hanno consentito di operare con ruoli e competenze dettate e disciplinate da leggi statali e regionali, in ambito faunistico – venatorio – ambientale oppure in ambito ittico - ambientale o zoofilo e per la tutela degli animali.


Ritengo che sia stato duro il contrasto, effettuato con migliaia di servizi di sorveglianza e investigazione al fine di scoprire e denunciare il degrado dell’ecosistema, non ho più a portata di mano il numero delle sanzioni, denuncie, segnalazioni o azioni svolte in questi anni contro l’inquinamento del suolo (boschi, campagne, aree verdi) e delle acque pubbliche (fiumi, laghi, canali), contro gli incendi boschivi e di aree naturali, nonché contro ogni forma illegale di distruzione e impoverimento del patrimonio ambientale a vario livello. Aggiungo il contrasto e la lotta all’abbandono, uccisione e maltrattamento degli animali oltre all’impegno per il rispetto delle leggi inerenti la tutela degli altri animali (cani, gatti, animali tenuti per compagnia, patrimonio zootecnico etc.), innumerevoli sono state le denuncie penali per casi cruenti di avvelenamento o uccisione violenta, per abbandono o per tanti vergognosi casi di maltrattamento, gratuito e senza un reale motivo o una giustificazione che credo, non esista in nessun caso. Per le altre speciali attività, quali la lotta al bracconaggio, vedi apposita sezione dal titolo "Antibracconaggio", oppure per il recupero della fauna ferita o degli altri animali, vedasi anche in questi casi, le relative sezioni riferite e contenute nel campo "Tutela natura e animali". Un grazie a tutti i coloro che hanno supportato il mio impegno, a tutti quei poliziotti provinciali, forestali, carabinieri, finanzieri e non solo, a tutti quei volontari, cittadini, operatori vari...grazie per averci creduto, spesso mi capitava e mi capita di incrociare molti che si nascondo gli occhi per non vedersi intorno, bene, allora questo è un altro discorso che non ho alcuna intenzione di prendere, chi può dormire in pace e tranquillo con la coscienza pulita lo faccia, chi non può, c'è sempre tempo per rimediare, se può e soprattutto se vuole.


 Sulla "mafia verde"...sono tutti apparentemente inconsapevoli...anche se, siamo edotti e a conoscenza del profitto che spesso si fà a discapito di boschi, dei fiumi, delle montagne e degli animali poveri e indifesi, facendo un danno immane prima ancora che a noi stessi, alle future generazioni.


Rammento che la prevenzione non paga mai così tanto, soprattutto perchè non fa numeri, non dà clamore, ma se solo questa potesse parlare, non so quanti animali, boschi e fiumi ringrazierebbero perché sono stati salvati dalla continua vigilanza spesso adottata con criteri ben definiti, ci vorrebbe una enciclopedia per raccontare tutte le avventure che mi sono capitate durante la mia vita che ho impegnato in questo campo.


Ricordo, tra tutti i fatti, qualcuno in particolare, l’amico che appiccava gli incendi nei boschi perché aveva un ritorno economico, pur essendo tutto questo meschino e ingordo, una sera di tanti anni fa, lo scovai, non esitai a denunciarlo, come le innumerevoli azioni di collaborazione che portarono all’arresto di un piromane incallito, che con me, faceva sempre l’amico di buon tempo evidentemente. La denuncia per un grave caso di inquinamento, con imputato un amministratore che per un paio di anni non mi rivolse la parola, come se il responsabile del misfatto fossi stato io, oppure quegli amici che al bar erano i primi ad offrirti il caffè ma dopo poche ore li trovavi con le mani nel sacco perché facevano ciò che non dovevano. 


Ho lavorato da "cane sciolto" quasi sempre e, devo ringrazie necessariamente molti valorosi uomini dello Stato, maestri di vita, di coraggio e di virtù, come in un'altra sezione del sito accennavo. Per cui, ripeto che, tanti forestali, carabinieri, finanzieri etc. sono stati molto spesso i baluardi della natura, anche al costo di passare per "rompiballe". Ma non dimentichiamoci che gli alleati, erano anche e soprattutto i cittadini onesti e coloro che credevano nel rispetto della natura e delle leggi, ho sempre vissuto con l'idea, che le regole, servissero non a negare i diritti, ma bensì a renderli uguali per tutti.


La giustizia è quella che ogni giorno cerchiamo dentro di noi, affinchè si possa finalmente vivere con il rispetto per se stessi prima ancora che per gli altri, ma non dimentichiamoci che tutto ciò che ci circonda c'è stato dato solo in prestito, nostro dovere sarà solo quello di consegnare la natura a chi verrà dopo di noi, ovviamente un testimone da passare in maniera gioiosa, senza guerre, odio e violenza, una natura da cedere alle future generazioni possibilmente meglio di come l'abbiamo trovata, solo così facendo, saremo testimonei della nostra reale impronta, se cercate un significato a questa vita, non cercatelo da nessuna parte, non lo troverete, forse una solitaria e silenziosa passeggiata in un bosco oppure l'ascoltare il suono melodioso del canto di un uccello o il fruscio del vento sulle foglie, potrà spiegarvi tante cose, apparentemente insignificanti ma dal vero contenuto di emozioni, non proveniamo da una fabbrica ma dalla terra, l'unica grande madre di tutti, per tanto, ecco perchè bisogna portare il massimo rispetto.


La contemplazione con Madre Natura è la chiave del mistero della vita, finchè non ci sarà rispetto totale per essa, non saremo veri uomini. La filosofia insegna molto, ma vi assicuro che in questo passo non l'ho richiamata, se vi fermerete riflettendo, capirete il senso delle mie parole, il senso autentico, vero, puro, sincero, pur essendo anch'io, un povero, modesto e  comune mortale!!! W LA NATURA...SEMPRE.

 

 

Questo contributo è dedicato a Giovanni FALCONE e a Paolo BORSELLINO, che per il valore della Giustizia, persero la loro vita, evidentemente, i loro insegnamenti, non sono stati così invani, ecco che in ricordo di loro, proseguo il mio impegno per una legalità vera e non falsa, una legalità che sia libera da ogni sorta di condizionamento, prevaricazione, ingiustizia, favoritismo...la mafia che uccide non è solo quella con le armi in pugno... c'è pure quella che uccide la speranza...!!!

 

Gianluca Congi

 

Visitando questo sito web si autorizza l’impiego di cookie. In alternativa, è anche possibile revocare l’autorizzazione all’impiego di cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information