www.gianlucacongi.it

Benvenuti sul sito web di Gianluca Congi

La natura è la nostra vita...proteggiamola!!!

Gianluca Congi ringrazia tutti i visitatori del suo sito web (quasi 400.000 utenti della rete). Un successo se si considera che il sito non è pubblicizzato in alcuna forma e/o condiviso su nessun social network (facebook-istagram etc.). Lo scopo principale di questo portale non è altro che quello di aumentare il consapevole rispetto verso la natura e gli animali...Buona visione. L'amministratore.
You are here: Home Didattica Storie e racconti La natura racconta Premio "Ambiente Calabria" edizione 2017 a Gianluca Congi
  • Decrease font size
  • Default font size
  • Increase font size
  • default color
  • green color
  • blue color
Premio "Ambiente Calabria" edizione 2017 a Gianluca Congi PDF Stampa E-mail
Scritto da Antonio Mancina - direttore del Quindicinale   
Martedì 16 Maggio 2017 19:54

Un maestoso Faggio salvato dal taglio grazie all'impegno di Gianluca Congi - Parco Naz. Sila Il 21 maggio prossimo in provincia di Vibo Valentia, sarà consegnato in occasione della Giornata nazionale delle Oasi WWF, il prestigioso premio “Ambiente Calabria” - edizione 2017. Quest’anno a essere premiato sarà il nostro redattore e concittadino Gianluca Congi, un'intera vita spesa in prima persona per la difesa della natura calabrese e silana nello specifico.

 

Il WWF, ogni anno consegna il premio a personalità, enti o associazioni che si sono particolarmente distinte per la salvaguardia del patrimonio ambientale e culturale della regione Calabria. Si tratta di una manifestazione che intende, attraverso le singole personalità che saranno premiate, dare lustro, visibilità e soprattutto la giusta riconoscenza all’impegno straordinario che quotidianamente viene messo in campo per la tutela della natura in una delle terre più difficili del Paese. Negli anni passati il riconoscimento è andato a magistrati, associazioni, istituzioni dello Stato, sindaci e personalità che hanno notevolmente contribuito, in vario modo, alla tutela concreta del patrimonio naturale e artistico della nostra regione. La scelta su Gianluca Congi non è stata casuale, all’unanimità è stato designato per lo straordinario e multiforme impegno che da decenni, nonostante la sua giovane età, persevera in varie vesti, con grande passione e competenza. Gianluca, 38 anni, di San Giovanni in Fiore è tra i più giovani premiati di “Ambiente Calabria”; già presidente del WWF Altopiano della Sila e già storico coordinatore provinciale del Servizio Nazionale di Vigilanza Ambientale, tra i più operativi d'Italia, ha svelato e denunciato centinaia di reati ambientali anche di particolare gravità; fa parte della LIPU (Lega Italiana Protezione Uccelli) da quasi 30 anni. Oggi lavora nel Corpo della Polizia Provinciale, risultando nel panorama nazionale di questa istituzione tra i più attivi soprattutto nella lotta al crimine contro il territorio e al fenomeno del bracconaggio (assieme ai colleghi di reparto già insignito di numerosi encomi per questo n.d.r.) L’impegno più grande però, Gianluca l’ha messo soprattutto oltre il dovere professionale. Con una passione innata, gratuitamente, da sempre ha posto una straordinaria azione di studio, di protezione e di divulgazione. A lui si devono, tra le più rilevanti documentazioni ornitologiche e faunistiche registrate negli ultimi anni nella regione e non solo, regolarmente pubblicate su importanti riviste scientifiche e piattaforme dedicate. Ha scoperto l'unico caso documentato ad oggi di albinismo completo nel serpente Cervone, rinvenuto alle falde della Sila, tale scoperta fece il giro dei più autorevoli ambienti scientifici internazionali, restando un caso eccezionale! Molto attivo nella diffusione e nella comunicazione, scrive per testate specializzate e non, infondendo perciò la cultura del rispetto della natura e degli animali, facendosi apprezzare per la documentazione delle varie specie faunistiche, spesso sconosciute al grande pubblico. Negli anni ha soccorso e salvato centinaia e centinaia di animali selvatici, di cui molti estremamente rari, figurano tra di essi anche i serpenti, riuscendo, tramite salvataggi diretti, lezioni, poster e campagne educative-informative, ad imprimere nella gente del posto il rispetto massimo verso queste creature. Tra i soci fondatori della Stazione Ornitologica Calabrese è membro del Gruppo Ricerca Avifauna Calabra e di diversi altri gruppi e organismi di ricerca e protezione della fauna selvatica. A consegnare il premio nell’Oasi dell’Angitola sarà il delegato regionale del WWF, arch. Beatrice Barillaro, grazie alla proposta di premiazione avanzata dall’avv. Angelo Calzone del WWF di Vibo Valentia ed appoggiata all'unanimità da tutto il Consiglio Direttivo. Gianluca Congi ha voluto dedicare il premio alla natura calabrese e agli uccelli in particolare: “A tutti quegli occhi lucidi e profondi che dietro i mille angoli della nostra terra stanno nascosti e impauriti, alle foreste che soffrono a causa di uno scellerato uso, all’azzurro ed infinito mare sempre maltrattato dal nostro insano modo di essere. Una dedica speciale soprattutto a quei piccoli e grandi uccelli che attraversano i continenti sfidando le mille difficoltà e i pericoli dell’uomo padrone, che ci animano le giornate e i cuori con il loro canto e con il loro fiero e sano esempio di vita, puri e liberi come noi non riusciamo ad essere”. Auguri dal Direttore e da tutta la redazione per il meritatissimo riconoscimento che certamente servirà a stimolare ancor di più, una delle persone più impegnate in Calabria per la protezione, la tutela concreta, la ricerca e la divulgazione del territorio e delle sue ricchezze naturali, in primis la fauna e la flora.

 

 

Antonio Mancina  (tratto da IlQuindicinale.com)

 

Visitando questo sito web si autorizza l’impiego di cookie. In alternativa, è anche possibile revocare l’autorizzazione all’impiego di cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information