www.gianlucacongi.it

Benvenuti sul sito web di Gianluca Congi

La natura è la nostra vita...proteggiamola!!!

Gianluca Congi ringrazia tutti i visitatori del suo sito web (quasi 400.000 utenti della rete). Un successo se si considera che il sito non è pubblicizzato in alcuna forma e/o condiviso su nessun social network (facebook-istagram etc.). Lo scopo principale di questo portale non è altro che quello di aumentare il consapevole rispetto verso la natura e gli animali...Buona visione. L'amministratore.
You are here: Home Didattica Storie e racconti Gli animali parlano con gli occhi Saltare la cena o un appuntamento?
  • Decrease font size
  • Default font size
  • Increase font size
  • default color
  • green color
  • blue color
Saltare la cena o un appuntamento? PDF Stampa E-mail
Scritto da Gianluca Congi   
Martedì 12 Gennaio 2010 17:06

Rientrare a casa dopo 4 ore dal previsto, ma alla fine ne vale sempre la pena!!!

Enzo Sellaro mi chiama sul cellulare, c'è un cucciolo intrappolato in un cunicolo, è attorcigliato tra una rete, lagna da più di un giorno e una notte, un altro giorno stà per passare... intanto da solo di servizio con mille incombense da sbrigare, mille verifiche e controlli da fare... e mi fermo quì...che posso fare io?

Eppure, costi quel che costi vado in Via Arvo, per fortuna che sono da metà Luglio su San Giovanni in Fiore, dopo l'assenza di oltre 2 mesi... arrivo e trovo alcuni abitanti della zona animati dai bambini del posto che Una storia a lieto fine. hanno costretto gli adulti a staccarsi un pò dal quotidiano per interessarsi a quell'anima in difficoltà... cerco di capire la situazione, prendo il faro, scruto nel cunicolo e vedo due occhietti neri e profondi che chiedono aiuto... come si può restare indifferenti? Chiedo al signor Sellaro se ha un palo lungo con un uncino, è l'unica soluzione, così dopo poco, avuto lo strumento di fortuna, lo infilo e cerco di afferrare quella rete plastica che imbriglia il povero cucciolo... pian piano lo tiro fuori... il cucciolo è salvo!!! Non vi dico in che condizioni era, un groviglio di rete attorcigliata alle zampe, al collo, a tutto il corpo, un massacro senza fine, eppure questa volta l'uomo c'entra fino a un certo punto, il cucciolo, randagio, ci è finito da solo in quella trappola!!!

Con una forbice taglio attentamente tutti i fili che coprono il corpo, lui, anzi lei..la signorina sta come una statuina, ferma come a voler ricevere l'aiuto che gli stiamo dando... trema come una foglia...ha una paura DA BRIVIDI... tremaaaa... tutta bagnata, piena di fango, affamata, impaurita... povera creatura... però è salva... faccio telefonate a destra e sinistra...dopo due ore e mezza trovo una ragazza che stimo tanto, che lo accudirà... intanto nella mia macchina si era addormentata, non tremava più... forse si sentiva sicura che per una volta tanto gli uomini cattivi erano dalla sua... l'avevano salvata... così la cucciola è stata salvata e affidata... anche se non ho mangiato, se non sono potuto uscire... se ho fatto tardi... tanto per cambiare... sono felice di aver per l'ennesima volta fatto qualcosa di buono... queste come tante altre azioni, di cui preferisco non parlare... sono grandi soddisfazioni... ma soprattutto si fanno per loro...come si può restare indifferenti???

Gianluca Congi

 

Visitando questo sito web si autorizza l’impiego di cookie. In alternativa, è anche possibile revocare l’autorizzazione all’impiego di cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information